LETTERE DAL PRESIDENTE | LAUTORADIO, TRANSMEDIALITÀ E MIGUEL BOSÉ

MiguelboséNo, non sono impazzito di botto, il titolo è giusto e ora vi spiego tutto.
Il nome Lautoradio, rigorosamente senza apostrofo, è venuto fuori durante un folle brainstorming, dove volevamo trovare per forza un nome che contenesse la parola radio e che fosse figo. Ci siamo ampiamente riusciti. Se non mi ricordo male non c’è voluto nemmeno tanto, ma la cosa da sottolineare è il processo collettivo da cui è scaturito il nome, cinque minuti folli di nomi a raffica e alla fine il colpo di genio.
La transmedialità è una modalità d’azione che ci ha guidati fin dal primo momento e si riferisce alla possibilità di utilizzare diversi media utilizzando lo stesso strumento, nel nostro caso un blog che è anche radio e in futuro anche altro, si spera. Non la farò lunga, anzi niente pipponi, ma una piccola premessa andava fatta, come diceva qualcuno “semplificare non banalizzare”.
Quindi la transmedialità non è né una parolaccia, né un offesa, né un termine di cui ridere sguaiatamente perché contiene il prefisso “trans”, quest’ultima cosa è capitata già e penso che succederà anche in futuro. Anzi proprio questo è il tema centrale e cioè l’attraversare, l’andare verso, in questo caso il passare da un media ad un altro, perché il tema centrale è proprio questo: non fare solo una radio, ma utilizzare i vari media a seconda delle necessità e delle capacità di ognuno.
In tutto questo vi starete domandando cosa c’entra Miguel Bosé? Calmi, calmi ora vi accontento.
Appena venuto fuori il nome siamo andati a controllare se esistesse già un blog con questo nome o qualcosa di simile, per nostra fortuna nessuno aveva ancora avuto l’intuizione geniale che avevamo avuto noi, ma abbiamo comunque fatto un scoperta sconcertante: il primo risultato della ricerca era la canzone di Bosé “L’autoradio”, con l’apostrofo. Tutti a dire “come faremo?”, “la gente si sbaglierà” ma alla fine abbiamo deciso: un nome così geniale non poteva essere abbandonato per un simile figuro, e di sicuro lo avremmo spodestato.
Dopo sei mesi possiamo dire che le scommesse del titolo sono pienamente vinte: “Lautoradio” è un blog attivo e seguito che a breve diverrà anche web radio, la transmedialità non è rimasta lettera morta. E per quel che riguarda Miguel, digitate su Google Lautoradio …

Il presidente.

P.S. Il mio pezzo preferito di Miguel è “Si tu non vuelves” in duetto con Shakira, il vostro?