MST | LA PILLOLA DI OGGI

 

MSTLo sapevi che …

Esistono malattie definite MST (Malattie Sessualmente Trasmesse) ovvero malattie infettive che si trasmettono e/o diffondono principalmente, ma non solo, per contagio diretto tramite rapporti sessuali completi, orali e anali non protetti.

Tra queste ci sono:

  • la sifilide;
  • la gonorrea;
  • le uretriti specifiche;
  • l’Herpes genitalis;
  • i condilomi;
  • la clamidia;
  • la tricomoniasi (Tricomonas);
  • la candidosi (Candida)
  • l’epatite B e C;
  • l’AIDS (virus HIV).

Sono in larga parte malattie curabili. È molto importante che la diagnosi sia tempestiva.

Si consiglia quindi, in caso di secrezioni vaginali anomale, bruciori, prurito e/o dolore alla minzione, piccole escrescenze sull’apparato genitale o anche solo quando si hanno dubbi sui rapporti sessuali avuti, di ricorrere ad una consulenza con il proprio medico, ginecologa/o, androloga/o.

Puoi avere consulenze presso il consultorio più vicino. Il consultorio è gratuito e rivolto a tutte e tutti, anche se non sei residente, non hai un medico di base né un permesso di soggiorno.

Il medico è senz’altro in grado di fare diagnosi o suggerire gli accertamenti indispensabili e consigliare poi la terapia più opportuna.

Se sei studente, studentessa, lavoratore e lavoratrice fuori sede senza residenza hai diritto a un medico provvisorio.

In ogni modo bisogna ricordare che le malattie sessualmente trasmesse riguardano entrambi i/le partner e sono, quindi, entrambi/e che devono essere trattati/e, impedendone così l’ulteriore diffusione.

COME PROTEGGERSI DALLE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE?

  • utilizzare sempre il preservativo;
  • prestare una particolare attenzione al proprio stato di salute, effettuando periodicamente visite mediche (e non l’autodiagnosi);
  • usare solo siringhe monouso e comunque evitare assolutamente lo scambio e il riutilizzo delle siringhe;
  • ricordarsi che molte malattie possono essere contratte non solo con la penetrazione vaginale ma anche con quella anale e nei rapporti orali.

Ricordati che solo l’uso corretto del preservativo, applicato all’inizio del rapporto e non poco prima dell’eiaculazione, può costituire una protezione dalle malattie a trasmissione sessuale.