3 November 2015

PRESENTAZIONE CAMPAGNA REFUGEES WELCOME PERUGIA

RW LOC giallaL’ultima ingente ondata di migranti di questa estate ha messo in luce definitivamente quanto poco efficaci siano le politiche europee in materia di accoglienza e quanto invece dirompente sia stata la risposta della gente.

Un’ondata di solidarietà e partecipazione ha coinvolto diversi Paesi e una delle parole d’ordine che abbiamo letto anche tra gli spalti degli stadi è stata REFUGEES WELCOME.

Anche Perugia vuole aderire alla campagna nazionale ed europea e per questo invita tutti e tutte al lancio della campagna Refugees Welcome Perugia che si terrà sabato 7 novembre alle ore 17.00 presso la Consulta dei Migranti, via Imbriani, 2.

Di seguito il comunicato.

Da Cadis a Budapest, da Ventimeglia al Brennero, da Lampedusa a Calais, la “Fortezza Europa” mostra tutta la sua violenza. Alla brutalità del viaggio si aggiunge quella dei maltrattamenti subiti dalla polizia e dall’esercito, che non risparmia nessuna atrocità.

Viviamo in un’Europa che professa libertà di movimento, mentre Schenghen si riduce ad un ipocrita strumento che rafforza le disuguaglianze e le gerarchie tra chi è cittadino e chi non lo è facendolo rimanere intrappolato nelle disposizioni di Dublino III che vincola la domanda d’asilo al primo paese di arrivo.

Allo stesso tempo, però, l’incredibile resistenza e il coraggio di migliaia di persone, spinte dal desiderio di libertà, e la grande, auto-organizzata risposta di solidarietà dal basso danno forma a una nuova realtà lungo le frontiere dell’Unione Europea. Il presidio di Ventimiglia, l’assalto ai muri di Evron e le occupazioni nelle stazioni delle città di confine dimostrano quanto i muri e i fili spinati non possano fermare un movimento che ha una forza inarrestabile.

L’ immaginario dominante descrive i migranti come soggetti deboli e bisognosi di assistenza, quando invece sono una moltitudine di soggetti che si riappropriano autonomamente delle loro vite e che, altrettanto autonomamente, decidono quali sono le soluzioni ai propri bisogni.

È solo di alcuni giorni fa la notizia del brutale sgombero dello stabile dell’ex Telecom di Bologna, occupato dal 2014 da più di 300 persone, in gran parte migranti. Questo episodio ha evidenziato come, nel momento in cui ci si appropria  di diritti senza passare per una organizzazione assitenzialista che li conceda, la reazione è quella della becera repressione.

Il diritto alla mobilità, all’abitare e al reddito sono lotte comuni da contrapporre alle politiche di austerity della UE, di cui tutt@ paghiamo le conseguenze ogni giorno.

Ora è il momento di agire, aprendo nuovi spazi di libertà, combattendo l’Europa dei tecnocrati e dell’austerità, mettendo fine alla crescita di nazionalismi e fascismi in tutti i Paesi europei. Ora è il momento di lottare per un’Europa senza frontiere, un’Europa di diritti sociali: è necessario schierarsi dalla parte di chi fugge da guerre e povertà.

Per tutto ciò aderiamo alla campagna “Refugees Welcome!” uno spazio pubblico e aperto che consenta a tutti e tutte di intervenire in prima persona  mettendo a disposizione e in condivisione esperienze, saperi e molto altro.

Invitiamo tutt@ a un dibattito pubblico, in cui discutere insieme quali iniziative realizzare concretamente anche a Perugia.

Appuntamento alle ore 17:00, Sabato 7 Novembre alla Consulta dei Migranti, via Imbriani, 2 Perugia

 

Di seguito Pagina Facebook Refugees Welcome Perugia:

https://www.facebook.com/Refugees-Welcome-Perugia-820490598068911/?fref=ts

Link evento:

https://www.facebook.com/events/894062883995133/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to top
LIVE OFFLINE
track image
Loading...